Comune di Pennabilli
Provincia di Rimini
Piazza Montefeltro, 3 - 47864 Pennabilli (RN)

Mateureka

Il Museo di Informatica e Storia del calcolo (località Ponte Messa)
Inaugurato il 13 luglio 1991 con finalità scientifiche, culturali, didattiche e divulgative nel settore dell'informatica e della storia del calcolo,
è stato visitato finora da 75.000 persone, in prevalenza studenti delle superiori e insegnanti. Un numero così elevato di visitatori è stato ottenuto senza alcuna pubblicità, con la sola tecnica del "passaparola" fra le scuole, e rappresenta la prima iniziativa del genere in Europa. La particolare funzione didattica del Museo consente di avvicinarsi con piacere e curiosità al mondo dei computer e della matematica ripercorrendone le tappe fondamentali. Varie le curiosità e i "pezzi" esposti.
Nella SEZIONE CALCOLO: tavolette e calculi sumeri, elamiti, cretesi; papiri egizi; abachi e lapidi romane; un crivello di Eratostene; suan pan cinesi, soroban giapponese, scoty russo; tavola per contare medioevale con gettoni; quipu' inca; chimpu' peruviano; tallies inglese e francese; bastoni, ossi e rulli di Nepero (1617); regoli e nomogrammi; la Pascalina (1642); addizionatrici, calcolatrici meccaniche ed elettromeccaniche.
La SEZIONE INFORMATICA inizia con una
serie di vetrine didattiche sull'evoluzione tecnologica e sulle leggi teoriche alla base dell'informatica, prosegue con la esposizione di 150 sistemi completi e funzionanti (dai 15 quintali del system/3 ai 200 grammi del pocket computer). La memorizzazione delle informazioni, computer esplosi, le applicazioni dell'informatica, gli audiovisivi, le stazioni multimediali, computers attrezzati per esperienze di robotica, telematica, grafica, animazione, ipertesti, musica, matematica, didattica, intelligenza artificiale consentono al visitatore di sperimentare e comprendere meglio l'affascinante mondo dell'informatica.
Attualmente il Museo dispone di oltre 1.000 "pezzi" esposti nella SEZIONE INFORMATICA e nella SEZIONE CALCOLO; una biblioteca con 1500 volumi significativi e rari di informatica e matematica; una softwareteca di 1,5 terabyte, sicuramente una delle più grosse concentrazioni di programmi scolastici; una sala convegni; una emeroteca con riviste italiane e straniere; una sala audiovisivi; una sala interattiva e la possibilità di collegarsi a banche dati in tutto il mondo.
Ha ottenuto il patrocinio del C.N.R., del Ministero Università e Ricerca Scientifica, Università di Bologna, I.R.R.S.A.E. Marche, e di numerose altre istituzioni ed ha rapporti con i Dipartimenti di matematica di tre Università.

Il Museo, per diventare sempre più luogo di ricerca e sperimentazione rivolto ai docenti, ricercatori, studenti e appassionati di informatica e di matematica, sta allestendo un CENTRO DI RICERCA MULTIDISCIPLINARE che si articolerà su quattro LABORATORI:

  1. "MATEMATICA": per la scuola dell'obbligo, superiore, università e ricerca;
  2. "APPLICAZIONI AVANZATE": intelligenza artificiale, robotica, realtà virtuale;
  3. "SCIENTIFICO": fisica, elettronica, informatica, astronomia;
  4. "APPLICAZIONI SCOLASTICHE": discipline scolastiche, ipertesti, multimedia, comunicazione, handicap.

Il Museo di Informatica e Storia del calcolo di Pennabilli vuole collocarsi ai primi posti nel mondo per ciò che riguarda la "memoria" e lo studio della scienza e della tecnologia informatica e della storia del calcolo.
Per informazioni: Tel. e fax +39 0541 928563.

Per maggiori informazioni consulta il sito di Mateureka
oppure il sito della Rete Museale Alta  Valmarecchia



© 2005-2017 Comune di Pennabilli - Gestito con docweb - [id]